il Re Italo

esistono varie leggende sul personaggio di Italo, vissuto, secondo il mito, 16 generazioni prima della guerra di Troia.
Da lui deriverebbe il nome Italia, dato prima alla regione corrispondente al suo regno, ovvero quasi tutta la Calabria, ad esclusione della zona settentrionale, poi esteso a tutta la penisola, 

come riporta Tucidide: "quella regione fu chiamata Italia da Italo, Re Arcade".

Narra Aristotele: "divenne Re dell'Enotria un certo Italo, del quale si sarebbero chiamati, cambiando nome, Itali invece che Enotri. Dicono che questo Italo abbia trasformato gli Enotri, da nomadi che erano, in agricoltori e che abbia anche dato a essi altre leggi, e per primo istituito i sissizi. Per questa ragione ancora oggi alcune delle popolazioni che discendono da lui praticano i sissizi e osservano alcune sue leggi"
(Aristotele, Politica, VII, 9, 2)

Terre di Re Italo

l'associazione

L'associazione TERRE DI RE ITALO,

nasce per chi ama viaggiare e scoprire e vuole entrare in contatto con realtà locali che si occupano di enogastronomia, salvaguardia e promozione del territorio e dei prodotti autoctoni, a volte piccole ma fondamentali realtà, custodi delle ricchezze e delle tradizioni della nostra Terra.

TERRE DI RE ITALO nasce principalmente per promuovere un turismo sostenibile, attraverso itinerari tematici ed enogastronomici, percorsi ed escursioni (in bicicletta, a piedi, barca o fuoristrada) ideati al fine di mettere in collegamento una rete di strutture ricettive e produttori di qualità autoctone.

il turismo concepito da Terre di Re Italo, è improntato su principi di sostenibilità e responsabilità, perché in collaborazione con Enti Locali e aziende completamente radicate ed integrate col territorio, l'impatto ambientale è dunque ridotto.

Tradizione, Cultura, Prodotti.
Gli eventi, le degustazioni, i pranzi e le cene che organizziamo presso i nostri produttori associati, sono rivolti non solamente al turista classico, ma anche all'escursionista, quindi all'utente locale, desideroso di riavvicinarsi al territorio che lo circonda ma che spesso non conosce approfonditamente, un ritorno alla campagna, alle sue tradizioni, alla sua cultura e ai suoi prodotti, ma anche un avvicinarsi alla natura, alla storia e alle peculiarità di ogni genere dei territori.